SAI – Conosciamo meglio il sistema del progetto SEM

Il progetto SEM si compone di quattro elementi, uno di questo è il SAI, “Smart Azo Ironer”, ossia “Sistema di gestione del circuito e dell’efficienza dell’olio diatermico nei mangani a gas”, dove AZO indica il nome del produttore di azoto: AZOPRO.

Grazie ad un produttore di azoto on-site ed un adeguato supporto tecnico, il SAI gestisce l’efficienza della macchina e la costanza della produzione, mentre riduce l’utilizzo di olio diatermico e la necessità di manutenzione.

I generatori di azoto del SAI si basano sulla tecnologia di separazione selettiva che sfrutta le dimensioni della molecola per la produzione di azoto partendo dall’aria compressa. L’apparato è implementato, grazie alla collaborazione tra IMAT e OMNIATRADE, dal sistema di polmonizzazione dei vasi d’espansione del fluido diatermico, lasciando inalterata l’omologazione della macchina. Grazie alla polmonizzazione del vaso di espansione con azoto e l’utilizzo di fluidi diatermici ad elevate prestazioni si preservano le caratteristiche chimiche e fisiche degli oli.

I fenomeni di ossidazione nei mangani di stiratura a fluido diatermico, infatti, avvengono principalmente all’interno dei vasi d’espansione dove, nel caso di vasi non pressurizzati, la superficie del fluido è a contatto con l’ossigeno presente nell’aria. Per scongiurare il processo di ossidazione, che accelera la degradazione del fluido diatermico, la temperatura del vaso d’espansione non deve superare i 60°C. L’ ossidazione, inoltre, incrementa esponenzialmente con l’aumentare della temperatura del fluido e a contatto con l’aria.

L’efficienza del sistema SAI riesce ad allungare significativamente la vita dell’olio che, inalterato, preserva la pulizia delle superfici di scambio termico e il rendimento della macchina. Questo si traduce in meno cambi di olio che, circolando meglio riduce anche la manutenzione necessaria.

Altrettanto significativa, dunque, sarà la scelta di un fluido diatermico resistente che migliori le condizioni di scambio termico, ottimizzando l’intero ciclo produttivo della macchina. Rispondono a queste esigenze i fluidi diatermici distribuiti dalla KRAHN ITALIA SPA.

Il SAI prevede inoltre l’autoproduzione di azoto, resa possibile dalla diminuzione del costo dei materiali assorbenti. Si tratta di una scelta economicamente conveniente, in caso di consumo medio/basso, rispetto alle tradizionali forniture in bombole o serbatoi di gas.